Poste italiane cresce, innova e assume

Consegne effettuate con le auto senza conducente e con i droni: è questa la novità che è stata annunciata per Poste Italiane dall’amministratore delegato Matteo Del Fante, che ha reso noto un progetto di consegne all’avanguardia che prenderà spunto da quanto già deciso da un colosso del settore come Amazon. I veicoli senza autista si occuperanno di effettuare consegne personalizzate: essi arriveranno sotto casa, o comunque all’indirizzo specificato, e avviseranno i destinatari con una notifica inviata via sms. I destinatari, a quel punto, non dovranno far altro che aprire un cassetto del veicolo attraverso un codice, così da poter prelevare il pacco a loro inviato.

I numeri del gruppo

Nei primi nove mesi di esercizio dello scorso anno, Poste Italiane ha ottenuto un utile da primato di oltre 1 miliardo di euro. I dati, come ha rilevato l’ad, sono coerenti con le aspettative e con quel che era stato ipotizzato nel piano quinquennale denominato Deliver 2022. Lo stesso piano per il prossimo triennio prevede uno sviluppo consistente del gruppo proprio nel campo delle consegne relative al commercio elettronico, per effetto del quale sarà avviato un piano assunzioni più che consistente.

Il piano di assunzioni di poste italiane per il 2019

Entro la fine del prossimo anno, saranno in tutto 3.170 i nuovi lavoratori che verranno assunti da Poste Italiane, come ha annunciato la stessa azienda dopo aver siglato un accordo quadro con tutte le organizzazioni sindacali per gli andamenti occupazionali per quest’anno. Oltre 3mila inserimenti, dunque, resi possibili da interventi di politiche attive. Le assunzioni di risorse riguarderanno anche gli stabilimenti di posta, comunicazione e logistica in modalità part-time, e al tempo stesso sarà attuato un programma di uscite che comporterà esodi volontari incentivati. Per le risorse non idonee alla mansione a causa di patologie gravi o di infortuni sul lavoro saranno attuate modalità di tutela specifiche, mentre l’introduzione di tecnologie inedite accompagnerà la riorganizzazione dell’organico, così come l’ingresso di nuovi strumenti di lavoro e di processi organizzativi innovativi.
Nella sezione del sito Poste Italiane lavora con noi – segui il link per scoprire come presentare le domande di assunzione – trovi maggiori informazioni su questa opportunità di lavoro.

Poste Italiane sfida ad Amazon

Del Fante, in sostanza, ha lanciato un metaforico guanto di sfida in direzione di Amazon, anche se è stata proprio la creatura di Jeff Bezos che già alla fine dello scorso anno ha dato il la alla competizione diventando un vero e proprio operatore postale. L’iter, per altro, non è stato dei più semplici, come confermato dalla sanzione di 300mila euro che è stata comminata dall’Agcom per lo svolgimento di servizi in assenza di autorizzazione: dopo la multa, però, Amazon Italia Transport e Amazon Italia Logistica sono state iscritte nel registro ufficiale degli operatori sul territorio.

Che cosa cambierà?

Allo stato attuale, Poste Italiane ha poco da temere per la concorrenza di Amazon, dal momento che l’azienda americana necessita ancora del supporto degli operatori tradizionali per offrire i propri servizi nella maggior parte delle regioni del nostro Paese, ma questo non vuol dire che ci si possa sedere sugli allori: anzi, la competizione sarà uno stimolo per migliorare l’offerta, e magari per abbassare i costi, a tutto vantaggio dei clienti finali.

Un servizio più completo

I servizi di consegna di Poste Italiane nel prossimo avvenire saranno più estesi e più solidi, visto che nel corso della settimana saranno garantiti fino alle otto di sera, ma saranno previsti anche il sabato fino all’una del pomeriggio e, in caso di carico maggiore, perfino la domenica. Sarà messa a punto la riorganizzazione di più di 400 centri nel contesto del piano denominato Joint Delivery Model, sulla scia di quanto già avvenuto lo scorso anno per oltre 300 centri, con la consegna dei pacchi che è destinata a diventare uno dei core business in grado di incrementare gli utili.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: