MOBILITA’ VOLONTARIA OPERATORE AMMINISTRATIVO COMUNE DI AVELLA

PROCEDURA DI MOBILITA’ VOLONTARIA EX ART. 30 C. 2-BIS DEL D.LGS. N. 165/2001, PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI CATEGORIA B POSIZIONE ECONOMICA B1 NEL PROFILO DI OPERATORE AMMINISTRATIVO CON  CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO E PARZIALE AL 40% (COD- B02), DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI.

 

Pubblicazione per estratto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 4a serie speciale – Concorsi ed Esami n. 66 del 01.09.2017.

Termine di ricezione domande: entro il 02.10.2017.

 

IL SEGRETARIO COMUNALE

Richiamata la propria determinazione R.G. n. 415/2017 di indizione della procedura di mobilità volontaria ex art. 30 c. 2-bis del TUPI D.lgs. n. 165/2001 in esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 34 del 23.03.2017 con cui è stata approvata la programmazione triennale del fabbisogno di personale 2017/2019;

Visto il Regolamento comunale vigente in materia di Ordinamento generale degli uffici e dei servizi, approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 25/2012, da ultimo modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 55/2017.

RENDE NOTO

Che è indetto il procedimento di mobilità volontaria ex art. 30 c. 2-bis del TUPI D.lgs. n. 165/2001 per la copertura, a tempo indeterminato e parziale al 40%, di un posto di categoria B posizione economica B1 nel profilo di Operatore Amministrativo.

 

Declaratoria profilo professionale (riportata nella deliberazione di Giunta Comunale n. 34/2017). Il lavoratore dovrà possedere adeguate conoscenze tecniche nelle materie oggetto dell’incarico e specifica formazione in materia di gestione “base dati” e di principali applicazioni informatiche per il lavoro d’ufficio; è gradita l’ulteriore qualificazione o esperienza in attività di back-office, quali la gestione di attività generali di segreteria, tenuta e organizzazione di archivi documentali, e in attività di front-office per l’erogazione di servizi rivolti al pubblico erogati da Enti pubblici o privati.

Il ruolo prevede l’espletamento di attività di collaborazione e supporto nei processi operativi caratterizzanti la gestione dei servizi amministrativi, e, segnatamente, in via esemplificativa e non esaustiva:

  1. redazione di atti e documenti amministrativi;
  2. tenuta e gestione degli archivi documentali;
  3. tenuta e gestione delle banche dati e degli applicativi software in dotazione ai servizi amministrativi;
  4. presidio delle attività di front-office con l’utenza

 

REQUISITI  DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare alla selezione pubblica di mobilità tutti coloro che, alla data di scadenza del presente avviso, siano in possesso dei seguenti requisiti di ordine generale e speciale:

  1. essere dipendenti a tempo indeterminato presso altra Pubblica Amministrazione di cui all’art. 1 c. 2 del D.lgs. n. 165/2001, del Comparto Regioni ed Enti Locali, con inquadramento corrispondente alla categoria e al profilo professionale del posto da coprire;
  2. avere ottenuto il nulla osta al trasferimento, rilasciato dall’Ente di appartenenza;
  3. idoneità fisica all’impiego e alle mansioni specifiche da svolgere;
  4. requisiti culturali, professionali e di servizio, richiesti per il posto da coprire:
    1. Titolo di studio minimo richiesto: scuola dell’obbligo.
    2. Requisiti ulteriori: corso di formazione specialistica per il conseguimento dell’ECDL.

I candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero sono ammessi, purché il  titolo sia stato riconosciuto equivalente ad uno dei titoli richiesti nei modi previsti dalla legge  o sia stato riconosciuto equivalente con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ai



sensi dell’articolo 38, comma 3, del decreto legislativo n.165 del 30 marzo 2001. Nel caso in cui il titolo conseguito all’estero sia stato riconosciuto equivalente, il candidato dovrà dimostrare l’equivalenza stessa mediante l’inoltro del provvedimento che la riconosce entro il termine di presentazione della candidatura;

  1. assenza di condanne penali o di procedimenti penali pendenti;
  2. assenza di sanzioni disciplinari superiori al rimprovero verbale irrogate nell’ultimo triennio e/o di procedimenti disciplinari pendenti;
  3. assenza di controversie di lavoro pendenti connesse alla categoria giuridica posseduta, al profilo professionale di inquadramento e/o alla mansione ricoperta;
  4. maturazione dei requisiti per il collocamento a riposo, in base alla normativa vigente, non prima di 10 anni decorrenti dalla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione all’Avviso;
  5. non avere ottenuto un giudizio negativo di valutazione delle prestazioni individuali, negli ultimi cinque anni, presso le amministrazioni pubbliche di

I dipendenti che inoltrano istanza di mobilità dovranno, al momento della presentazione dell’istanza stessa, aver già superato positivamente il periodo di prova presso l’Ente di provenienza. Si prescinde da tale condizione qualora il dipendente che presenta l’istanza abbia già prestato servizio presso questo Comune attraverso contratto a tempo determinato, con esito positivo, per un lasso di tempo superiore al periodo di prova previsto.

 

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE

La domanda di partecipazione alla procedura di mobilità, redatta sullo schema allegato al presente Avviso, è prodotta e trasmessa con modalità conformi al D.lgs. n. 82/2005. La documentazione è prodotta in formato .pdf, firmata digitalmente, e recapitata con posta elettronica certificata intestata al candidato, entro il termine di 30 giorni consecutivi decorrenti dalla data di pubblicazione del presente avviso sulla GURI, 4a Serie Speciale Concorsi ed Esami, all’indirizzo comune.avella@cert.irpinianet.eu, recante nell’oggetto: “AVVISO 2017 DI MOBILITA’ VOLONTARIA PER OPERATORE AMMINISTRATIVO (COD-B02)”. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE.

Ai fini della verifica del rispetto del termine di recapito farà fede la ricevuta di consegna rilasciata al mittente dal sistema di posta certificata.

Non sono imputabili al Comune, eventuali malfunzionamenti dei sistemi di posta elettronica certificata, ovvero, le conseguenze ascrivibili alla mancata indicazione nell’oggetto del messaggio della dicitura prescritta.

Nella domanda, i candidati, consapevoli che in caso di dichiarazioni false o mendaci verranno  applicate le sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR 445/2000, devono dichiarare:

  1. le proprie generalità complete;
  2. l’Amministrazione di appartenenza, rientrante nel Comparto Regioni ed Enti Locali, e data di assunzione a tempo indeterminato;
  3. l’idoneità fisica all’impiego e alle mansioni specifiche da svolgere;
  4. l’anzianità di servizio nella categoria B e nel profilo di Operatore Amministrativo;
  5. il titolo di studio posseduto, esclusivamente: scuola dell’obbligo;
  6. l’ulteriore requisito previsto della formazione specialistica per il conseguimento dell’ECDL;
  7. l’assenza di condanne penali o di procedimenti penali pendenti;
  8. l’assenza di sanzioni disciplinari superiori al rimprovero verbale irrogate nell’ultimo triennio e/o di procedimenti disciplinari pendenti;
  9. l’assenza di controversie di lavoro pendenti connesse alla categoria giuridica posseduta, al profilo professionale di inquadramento e/o alla mansione ricoperta;
  10. la maturazione dei requisiti per il collocamento a riposo, in base alla normativa vigente, non prima di 10 anni decorrenti dalla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione all’Avviso;
  11. non avere ottenuto un giudizio negativo di valutazione delle prestazioni individuali, negli ultimi cinque anni, presso le amministrazioni pubbliche di provenienza;
  12. il giudizio di valutazione delle prestazioni individuali riportato negli ultimi cinque anni presso le amministrazioni di provenienza;

 

  1. la disponibilità alla assunzione presso il Comune di Avella (AV) quale Operatore Amministrativo con contratto di lavoro a tempo indeterminato e parziale nella misura del 40% del rapporto di lavoro a tempo pieno;
  2. l’accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente avviso e in tutti gli atti connessi e richiamati, nonché delle norme di regolamentazione della presente procedura;

 

Alla domanda dovrà essere allegato, a pena di esclusione:

  1. Curriculum vitae et studiorum redatto secondo il modello europeo, dal quale risultino chiaramente evidenziati i requisiti richiesti di ordine culturale, professionale e di servizio, ed eventuali ulteriori titoli valutabili ai fini della
  2. Nulla osta al trasferimento presso il Comune di Avella rilasciato dal competente Organo dell’amministrazione di appartenenza. Tale provvedimento non potrà contenere eccezioni o condizioni al trasferimento, né impegni a rilasciare successivamente il nulla
  3. Fotocopia del documento di identità in corso di validità.

Tutta la documentazione dovrà essere firmata digitalmente anche per autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. n. 196/2003.

I dati personali contenuti nelle domande di partecipazione saranno trattati esclusivamente  per  le finalità connesse alla gestione della procedura di mobilità. Il trattamento dei dati avverrà nel rispetto degli obblighi di riservatezza e sicurezza previsti dal D.lgs. 30 giugno 2003, n.196. Titolare del trattamento è il Comune di Avella, Responsabile del trattamento è il Responsabile del procedimento.

 

MOTIVI DI ESCLUSIONE DALLA SELEZIONE

Le cause di esclusione dalla procedura per inammissibilità della domanda di partecipazione, afferiscono ai seguenti vizi insanabili:

  1. produzione della documentazione richiesta in formato diverso da quello prescritto e mancanza della firma digitale apposta sulla medesima;
  2. trasmissione della documentazione richiesta da un indirizzo di posta elettronica non certificata, o da indirizzo non intestato al candidato;
  3. trasmissione della documentazione richiesta oltre il termine di recapito della stessa prescritto dall’Avviso;
  4. mancanza dei requisiti prescritti dall’Avviso;
  5. mancata presentazione del nulla-osta al trasferimento;
  6. mancata presentazione del curriculum vitae et studiorum;
  7. mancata presentazione della fotocopia del documento di identità in corso di validità.

 

PROCEDURA DI SELEZIONE

Le domande pervenute nei termini stabiliti dall’Avviso verranno registrate e catalogate dal Responsabile del procedimento, il quale provvederà a verificarne la conformità formale e sostanziale, comunicando le ammissioni e le esclusioni nelle forme di legge.

Alla selezione del soggetto maggiormente idoneo, attende una apposita Commissione esaminatrice che procederà alla valutazione dei candidati, sulla scorta del seguente iter procedurale:

  1. Valutazione dei titoli e comparazione dei curricula presentati, tenendo conto in misura prevalente dell’attività di servizio svolta presso l’ente di provenienza nel profilo richiesto, dei titoli di studio, professionali e di servizio posseduti, ed eventuali altre esperienze lavorative attinenti alla professionalità del dipendente in relazione al profilo professionale richiesto, nonché del giudizio di valutazione delle prestazioni individuali riportato negli ultimi cinque anni.
  2. Prova culturale o professionale, da svolgersi su materie attinenti al profilo da ricoprire, strutturata su quesiti a risposta aperta e successivo

 

La Commissione attribuisce il punteggio in relazione alla valutazione dei titoli e dei curricula presentati, fino al massimo di 40 punti come segue.

 

  1. Attribuzione del   punteggio   ai   Titoli   di   studio   minimi   richiesti   per   l’ammissione. Il punteggio massimo attribuibile è pari a 8, ed è graduato in proporzione alla votazione conseguita, secondo l’algoritmo seguente: (votazione conseguita – votazione minima) × (punteggio massimo attribuibile) ÷ (votazione massima – votazione minima). Ove il giudizio di valutazione non sia

 

espresso in termini quantitativi la Commissione rapporta la scala dei valori al punteggio massimo attribuibile e procede con l’applicazione dell’algoritmo.

 

  1. Attribuzione del punteggio ai Titoli ulteriori, culturali, professionali e di

Il punteggio massimo attribuibile è pari a 8 ed è graduato come segue:

  1. Titolo di studio successivo alla scuola dell’obbligo:
    1. punti 2 (diploma di qualifica di istituto professionale);
    2. punti 3 (diploma di istruzione secondaria superiore che permette l’accesso all’università);
    3. punti 4 (Laurea triennale di primo livello);
    4. punti 5 (diploma di laurea vecchio ordinamento, Laurea Specialistica, Laurea Magistrale).
  2. Corsi di formazione e specializzazione, ulteriori rispetto a quelli richiesti per l’ammissione, se ed in quanto idonei al conseguimento di ulteriori abilità o competenze previste nella declaratoria del profilo professionale richiesto:

–     corsi di  formazione, specializzazione, perfezionamento:  punti 1 per ogni corso e    fino al massimo di punti 3.

 

  1. Attribuzione del punteggio ai Titoli di servizio.

È valutabile l’esperienza diretta maturata presso Enti del comparto, e servizio prestato presso altre pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1 c. 2 del D.lgs. n. 165/2001. Il periodo di effettivo servizio militare di leva, richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma prestato presso Forze armate, di cui alla Legge n. 955/1986, è equiparato al servizio civile prestato presso le Pubbliche amministrazioni. La copia del foglio matricolare dello stato di servizio costituisce l’unico documento per il riconoscimento del servizio di cui sopra. Ai titoli di cui alla presente lettera è attribuito un massimo di punti 16, graduati come  segue:

  • esperienza di servizio maturata presso Enti del comparto nella categoria B: punti 0,8 per ogni mese o frazione superiore a quindici giorni per i primi 5 anni, e punti 0,14 per i successivi;
  • esperienza qualificante maturata presso Enti del comparto nello svolgimento continuativo di attività professionali idonee al conseguimento di ulteriori abilità o capacità o competenze previste nella declaratoria del profilo professionale richiesto; punti 0,8 per ogni mese o frazione superiore a quindici giorni per i primi 5 anni, e punti 0,14 per i successivi;
  • esperienza di servizio maturata presso altre pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1 c. 2 del D.lgs. n. 165/2001: punti 0,8 per mese o frazione superiore a quindici giorni per i primi 5 anni e punti 0,14 per i successivi; medesimo punteggio è attribuito al periodo di effettivo servizio militare di leva, richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma prestato presso Forze armate, di cui alla Legge n. 955/1986.

 

  1. Attribuzione del      punteggio      ai      Titoli      vari      e      alla      carriera      Il punteggio massimo attribuibile è pari a 8. Sono valutabili ulteriori qualificazioni o esperienze in attività di back-office, quali la gestione di attività generali di segreteria, tenuta e organizzazione di archivi documentali, e in attività di front-office per l’erogazione di servizi rivolti al pubblico erogati da Enti pubblici o privati; ed inoltre, le ulteriori qualificazioni anche non attinenti al profilo professionale richiesto, i titoli di studio ulteriori e le iscrizioni ad albi o elenchi professionali anche non attinenti al profilo professionale richiesto. Nell’ambito dei titoli vari, è altresì valutabile la prestazione  del  servizio civile volontario, nonché le prestazioni in attività di pubblica utilità o socialmente utili (LPU/LSU). Sono valutate le attività professionali e di studio, non riferibili ai titoli  già  valutati, idonee ad evidenziare, ulteriormente, il livello di qualificazione professionale acquisito dal candidato nell’arco dell’intera carriera, ivi compresi idoneità e tirocini non valutabili in norme specifiche. La Commissione valuta il “curriculum” professionale del candidato in base alla complessiva attività lavorativa e culturale che risulta essere stata svolta, tenendo conto in particolare degli aspetti che non siano stati considerati nella valutazione delle altre categorie di titoli.

 

La Commissione attribuisce il punteggio massimo di 60 punti in relazione alla prova culturale o professionale, da svolgersi su materie attinenti al profilo da ricoprire, strutturata su quesiti a risposta aperta e successivo colloquio, come segue:

  1. prova scritta: massimo 30 punti;

 

  1. colloquio: massimo 30

Oggetto della prova culturale e professionale, oltre alle tematiche attinenti alle attività da svolgere, è 1’accertamento delle principali caratteristiche attitudinali e motivazionali, al fine di valutare il potenziale del candidato e il suo reale interesse al trasferimento presso questo Comune.

Nel caso in cui nessuno degli interessati abbia ottenuto un punteggio complessivo superiore a 80/100, il procedimento si conclude con esito negativo e non si procederà ad alcuna assunzione.

 

NORME FINALI

La partecipazione alla selezione comporta l’esplicita ed incondizionata accettazione delle norme stabilite dal vigente Regolamento degli Uffici e dei Servizi, di quanto previsto dal presente Avviso e di tutti gli atti ad esso connessi.

Il Comune ha la facoltà di sospendere, rinviare, annullare o revocare in qualsiasi momento il presente avviso, di modificarlo, nonché di riaprire o prorogare i termini per la presentazione delle domande di ammissione alla selezione.

L’Amministrazione s’impegna ad adottare speciali modalità di svolgimento delle prove selettive, per consentire agli eventuali soggetti disabili di concorrere in effettive condizioni di parità con gli altri, come previsto dall’articolo 16, comma 1, della Legge 12/3/1999, n. 68. 4.

Il Responsabile del procedimento, ai sensi della L. 7/8/1990, n. 241 e successive modifiche ed integrazioni, è il Responsabile del Settore Amministrativo.

Ove il procedimento di selezione fosse concluso con esito positivo, la graduatoria dei candidati idonei per il posto da ricoprire, dispiegherà la propria efficacia esclusivamente nell’ambito dello specifico procedimento attivato e non potrà essere utilizzata per future esigenze di personale, essendo legata indissolubilmente alla specifica procedura selettiva.

Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso, si rinvia alle norme di fonte primaria e secondaria vigenti.

MODELLO DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI MOBILITA

Il Segretario Comunale

f.to Dott.ssa Lorenzina PORTELLA

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: