martedì, maggio 22Benvenuti

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI NR. 2 POSTI DI ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI NR. 2 POSTI DI ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE – CAT. D – POSIZIONE ECONOMICA D1 – A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO. PRIORITARIAMENTE RISERVATO AI VOLONTARI DELLE FF.AA.

Dal 16/02/2018 al 17/03/2018

In esecuzione della determinazione nr. 71 del 24/01/2018 è stato indetto il bando di concorso, per titoli ed esami, per la copertura di nr. 2 posti di Istruttore Direttivo Contabile – categoria D – posizione economica D1 – a tempo pieno ed indeterminato. Prioritariamente riservato ai volontari delle FF.AA.

Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere redatte esclusivamente per via telematica, pena esclusione, a far tempo dal giorno 16/02/2018 al giorno 17/03/2018.

 

La Città di Peschiera Borromeo garantisce pari opportunità tra uomini e donne per quanto concerne l’accesso all’impiego ed il trattamento sul lavoro, così come previsto dal D.Lgs. 11.04.2006 n. 198 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’art. 6 della legge 28.11.2005, n. 246” e all’art. 57 del D.Lgs. 165/2001.
L’effettuazione delle prove d’esame e/o copertura del posto di lavoro è subordinata all’esito negativo della procedura di mobilità volontaria già avviata ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.

Nell’eventualità in cui dovessero essere interamente coperti i posti messi a selezione mediante la procedura di cui al suddetto articolo, il presente concorso si intenderà revocato, senza che i candidati possano vantare alcuna pretesa di qualsivoglia natura nei confronti dell’Ente.

 

REQUISITI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO

Possono partecipare al concorso coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • Conoscenza della lingua inglese (art. 37, comma 1, D.Lgs. nr. 165/01, come modificato dall’art. 7 del D.Lgs. 75/2017);essere cittadino italiano (sono equiparati gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero essere familiare di cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea non avente la cittadinanza di uno Stato membro, purché titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; essere cittadino di Paesi terzi (extracomunitari) purché titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. I cittadini dell’Unione Europea e di Paesi terzi devono, peraltro, godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, avere adeguata conoscenza della lingua italiana, essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
    • età non inferiore agli anni diciotto;
    • godimento dei diritti civili e politici nello Sato di appartenenza o provenienza;
    • assenza di condanne penali che possano impedire, secondo le norme vigenti, l’instaurarsi del rapporto di impiego;
    • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo, né essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una pubblica amministrazione, ovvero per aver conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
    • non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10.01.1957, n. 3;
    • non trovarsi nella condizione di disabile ai sensi della Legge 68/99;

     Titolo di studio:

    Laurea Triennale in Scienze economiche o in Scienze dell’economia e della gestione aziendale o titoli di studio equipollenti ovvero titoli di studio equiparati o diploma di laurea vecchio ordinamento in Economia e Commercio o titoli di studio equipollenti ovvero titoli di studio equiparati,

    In ogni caso, il candidato dovrà espressamente indicare la norma che stabilisce l’equipollenza ovvero l’equiparazione ai titoli di studio richieste per l’ammissione al concorso;

    I diplomi conseguiti all’estero devono essere riconosciuti equipollenti al corrispondente titolo di studio italiano secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

    Tutti i titoli di studio devono essere rilasciati da Istituti/Università riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico/universitario dello Stato italiano.

    Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto al titolo studio richiesto dal presente bando, così come previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 165/2001. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, di aver avviato l’iter procedurale per l’equivalenza del proprio titolo di studio previsto dalla richiamata normativa;

idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale di cui trattasi, Ai sensi del Lgs. 81 del 09.04.2008 e s.m.i. – art. 41, comma 2 – il candidato potrà essere sottoposto a visita medica intesa a constatare l’idoneità alle mansioni cui lo stesso sarà destinato.

Conoscenza dell’uso delle apparecchiature informatiche e delle applicazioni informatiche più diffuse.

 

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione  della domanda di partecipazione alla presente procedura concorsuale e mantenuti fino al momento dell’assunzione.

Il difetto dei requisiti prescritti, accertato nel corso del concorso, comporta l’esclusione dal concorso stesso, e costituisce causa di risoluzione del rapporto di lavoro, ove già instaurato.

VALUTAZIONE TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI

Fermi restando i requisiti previsti per l’ammissione al concorso, sarà attribuito per la valutazione dei titoli un punteggio massimo di 10 punti a cura della Commissione Esaminatrice, secondo i seguenti criteri:

Titoli di studio: Punteggio massimo attribuibile : 1 punto.
Titolo base per l’ammissione al concorso Punti 0
ùTitoli di studio non necessari per l’ammissione :
a) corsi  post  universitari  della  durata  almeno  biennale  con Punti 1.00
superamento di esame finale se attinente al posto messo a
concorso in ragione di p. 0.50 per anno di corso, fino ad un massimo di 1

 

Titoli di servizio: Punteggio massimo attribuibile 8.00 punti – Non sono valutati periodi inferiori ad un anno.

Massimo periodo valutabile : anni 15.

  • Per ogni anno di servizio di ruolo in qualifica pari o superiore a

quella messa a concorso, se attinenti al posto messo a concorso            Punti        0.10

  • Per ogni anno di servizio di ruolo con conferimento di incarico di

posizione organizzativa, se attinenti al posto messo a concorso               Punti        0.50

 

Titoli vari: Punteggio massimo attribuibile : 1 punto.

Per la valutazione del curriculum professionale potrà essere assegnato il punteggio massimo di punti 1.

 

TRATTAMENTO ECONOMICO

Al posto è annesso il seguente trattamento economico:

  • stipendio iniziale previsto, per la categoria D1 – del CCNL per il personale del comparto Regioni Autonomie Locali – pari ad € 21.166,71.= annui lordi. Spettano inoltre l’indennità di comparto, la tredicesima mensilità ed ogni altro emolumento accessorio previsto dal contratto di lavoro, nonché, se dovuto, l’assegno per il nucleo familiare.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE, TERMINI E MODALITA’

Le domande di partecipazione al concorso, dovranno essere redatte esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo: www.comune.peschieraborromeo.mi.it – Sezione Concorsi – Concorsi Attivi – pena esclusione, a far tempo dal giorno 16/02/2018 ed entro il giorno 17/03/2018.

 

Non sono ammesse altre forme di produzione ed invio.

La domanda di partecipazione, una volta inviata, non può più essere modificata/integrata; il candidato dovrà quindi compilare una nuova domanda; in ogni caso il servizio Risorse Umane riterrà valida la domanda con data/ora di registrazione più recente.

Ai sensi del D.P.R. 445/2000 le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di partecipazione hanno valore di autocertificazione; nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali ai sensi dell’art. 76 del citato D.P.R. 445/2000.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per il mancato o tardivo recapito delle domande imputabile a disguidi tecnici, a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, per la presentazione delle domande stesse.

 

DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDA

Nella domanda il candidato, oltre al cognome e nome, deve dichiarare, pena esclusione dal concorso stesso, ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti, e della conseguente decadenza dei benefici eventualmente conseguiti:

il luogo e la data di nascita;

il codice fiscale;

il preciso recapito (con relativo numero di codice di avviamento postale) e/o in alternativa l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) personale presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta qualsiasi comunicazione inerente al concorso

il possesso della cittadinanza italiana o di trovarsi in una delle situazioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. n. 165 del 30.03.2001 come modificato dall’art. 7 della Legge n. 97 del 06.08.2013 (cfr punto 1) dei “Requisiti per l’ammissione al concorso”;

il godimento dei diritti civili e politici;

il comune nelle cui liste elettorali è iscritto; ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste elettorali stesse;

le eventuali condanne penali riportate; ovvero di non aver riportato condanne penali;

gli eventuali carichi pendenti (procedimenti penali in corso di istruzione o pendenti per il giudizio); ovvero, di non avere carichi pendenti;

di non essere stato licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero per aver conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10.01.1957, n. 3;

il possesso di uno dei titoli di studio richiesti al punto 8) dei “Requisiti per l’ammissione al concorso”, con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito e della scuola che lo ha rilasciato;

di non trovarsi nella condizione di disabile ai sensi della Legge. 68/99;

idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale di cui trattasi ovvero, l’eventuale condizione di portatore di handicap con indicazione degli ausili necessari per sostenere gli esami e i tempi aggiuntivi necessari, comprovati da apposita certificazione rilasciata da una competente struttura sanitaria.

la conoscenza della lingua inglese;

la conoscenza dei sistemi informativi e la conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse, che verrà accertata durante le prove d’esame;

il possesso di eventuali titoli di preferenza o precedenza previsti dall’art. 5 del D.P.R. 487/1994. La mancata dichiarazione esclude il candidato dai benefici;

La domanda di partecipazione al concorso deve essere sottoscritta dal candidato, pena la nullità della stessa. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/2000, la firma non deve essere autenticata.

 

 

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Alla domanda di partecipazione al concorso il candidato deve allegare, pena l’esclusione dalla stessa, copia fotostatica non autenticata di un documento di identità personale in corso di validità.

 

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • ricevuta comprovante il pagamento della tassa di concorso di Euro 3,90.= effettuato – entro i termini di scadenza del presente bando – secondo una delle seguenti modalità:
    • a mezzo bollettino di c/c postale sul conto n. 33355207 intestato a: “Comune di Peschiera Borromeo

– Servizio Tesoreria – Via XXV Aprile, n. 1,” indicando nella causale di versamento l’esatta denominazione del concorso;

  • a mezzo bonifico bancario, sul c/c bancario intestato a “TESORIA COMUNALE ” – Codice IBAN: IT97W0503433570000000000148. Nella causale andrà, in tal caso, obbligatoriamente indicato il proprio Codice Fiscale e l’esatta denominazione del concorso.

La suddetta tassa non è rimborsabile

 

  • il curriculum formativo e professionale (preferibilmente in formato europeo) che sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione Esaminatrice.

 

PRESELEZIONE

L’Amministrazione Comunale potrà stabilire, a fronte di un elevato numero di candidati, che le prove del concorso siano precedute da una preselezione dei partecipanti. Tale preselezione è effettuata mediante una sola prova scritta consistente in test relativi alle materie previste nel programma di concorso sia per le prove scritte che orali.

La prova di preselezione serve esclusivamente a determinare il numero dei candidati ammessi alle prove scritte e non costituisce elemento aggiuntivo di valutazione di merito nel prosieguo.

La prova selettiva si riterrà superata se il candidato avrà ottenuto un punteggio non inferiore a 21/30.

Dell’eventuale svolgimento della preselezione e dell’elenco dei candidati ammessi verrà data comunicazione mediante avviso sul sito dell’Amministrazione Comunale.

 

PROGRAMMA D’ESAME

L’esame si articolerà su tre prove: una prova scritta teorico-pratica, una prova scritta teorica ed una prova orale nell’ambito della quale si procederà alla verifica della conoscenza della lingua straniera (inglese) e della capacità di utilizzo di applicazioni informatiche (videoscrittura, internet, etc.) Le prove verteranno sulle seguenti materie:

Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche (D.Lgs. 165/01 e s.m.i.);

Pareggio di bilancio, trasferimenti statali, vincoli in materia di riduzione della spesa, Organismi partecipati;

Disciplina dei controlli interni ed esterni (Corte di Conti, BDAP);

Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio degli Enti Locali e dei loro organismi (D.Lgs. 118/2011 e s.m.i.);

Norme in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni (D.Lgs. 150/09 e s.m.i.);

Gestione del Servizio Economale e disciplina degli Agenti contabili;

Gestione ed amministrazione del patrimonio degli Enti Locali;

Elementi di diritto tributario, con particolare riferimento al sistema tributario degli Enti Locali;

Normativa in materia di IVA ed IRAP riferita agli Enti Locali;

Codice degli Appalti (D.Lgs. 50/2016) in relazione alla fornitura di beni e servizi;

L’elenco dei candidati ammessi alla prima prova d’esame (prima prova scritta a contenuto teorico-pratico) verrà pubblicato sul sito internet dell’Ente (www. Comune.peschieraborromeo.mi.it) entro il giorno 21/03/2018 all’albo pretorio on-line e nella sezione “Concorsi” ed avrà validità di notifica a tutti gli effetti per i candidati.

Legislazione sull’ordinamento delle Autonomie Locali: ordinamento istituzionale, finanziario e contabile (D.Lgs. 267/00 e s.m.i.);

 

1^ PROVA SCRITTA

Consisterà nella redazione di uno o più elaborati a contenuto teorico-pratico e/o nella redazione e/o illustrazione di un documento contabile e/o di un atto tecnico amministrativo e/o in uno o più quesiti a risposta sintetica con riferimento ad uno o più argomenti delle materie d’esame

 

2^ PROVA SCRITTA

La prova potrà consistere nello svolgimento di un tema o di uno o più quesiti a risposta sintetica o nella soluzione di un questionario a risposta multipla, con riferimento a uno o più argomenti delle materie d’esame.

Qualora nella prima prova scritta il candidato non ottiene una votazione di almeno 21/30, la Commissione Esaminatrice non procederà alla valutazione dell’elaborato relativo alla 2^ prova.

Saranno ammessi a sostenere la prova orale i candidati che avranno riportato, in entrambe le prove scritte, una votazione di almeno 21/30 o equivalente.

 

PROVA ORALE

La prova verterà sull’approfondimento delle materie oggetto delle prove scritte.

In sede di prova orale vi sarà l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche previste dal bando. Il colloquio concorrerà, altresì, ad approfondire la conoscenza della personalità del candidato ed a valutare le sue attitudini e le sue competenze in relazione al profilo da ricoprire.

 

La prova orale si intende superata se il candidato ottiene una votazione di almeno 21/30 o equivalente.

 

Il punteggio finale è dato dalla somma del punteggio conseguito nella valutazione dei titoli, dalla somma della media dei voti conseguiti nelle due prove scritte e della votazione conseguita nella prova orale.

 

Per essere ammessi a sostenere le prove d’esame i candidati dovranno essere muniti di idoneo documento di identificazione con fotografia.

 

DATA DI SVOLGIMENTO DELLE PROVE

Il calendario delle prove d’esame, che si svolgeranno presso il Palazzo Municipale di Peschiera Borromeo in via XXV Aprile n° 1, è il seguente:

1^ prova scritta: 23/03/2018 – ore  9.00

2^ prova scritta: 23/03/2018 – ore 11.30

prova orale :    29/03/2018 –  ore 9.00

 

Il presente calendario delle prove d’esame vale come comunicazione ai candidati. Solo in caso di cambiamenti, per cause di forza maggiore, le nuove data saranno tempestivamente comunicate ai candidati mediante pubblicazione delle stesse sul sito istituzionale nella sezione Concorsi.

L’Amministrazione comunale si riserva, peraltro, di posticipare le date delle prove o rettificare la sede d’esame dandone apposito avviso ai candidati sul sito internet del Comune.

L’assenza del candidato sarà considerata come rinuncia al concorso quale ne sia la causa.

Ai candidati che conseguono l’ammissione alla prova orale verrà data comunicazione mediante pubblicazione sul sito istituzionale – nella sezione Concorsi.

 

APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA

Ai sensi dell’art. 1014, comma 3 e 4 e dell’art. 678, comma 9, del D.Lgs. 66/2010 e successive modifiche e integrazioni, essendosi determinata un cumulo di frazioni di riserva pari/superiore all’unità, il posto in concorso è riservato prioritariamente a volontario delle FF.AA.. Nel caso non vi sia candidato idoneo appartenente ad anzidetta categoria il posto sarà assegnato ad altro candidato utilmente collocato in graduatoria.

 

La graduatoria finale di merito sarà formata secondo l’ordine decrescente di punteggio, determinato sulla base della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l’osservanza, a parità di punteggio, delle preferenze previste dall’art. 5, comma 4, D.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni. Qualora sussistano ulteriori parità, anche dopo l’applicazione del citato decreto, è preferito il candidato più giovane di età secondo quanto previsto dalla Legge 191/98.

Sarà dichiarato vincitore il candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito formata come sopra indicato.

 

La graduatoria sarà approvata con determinazione dirigenziale e sarà pubblicata all’Albo Pretorio On-Line del Comune di Peschiera Borromeo (MI).

 

Dall’ultimo giorno di pubblicazione decorrerà il termine per eventuali impugnative.

 

La graduatoria resterà valida ed utilizzabile per un periodo di tre anni dalla data di pubblicazione, secondo le prescrizioni vigenti in materia.

 

L’Amministrazione si riserva la facoltà di utilizzare la graduatoria finale di merito anche per eventuali assunzioni a tempo determinato a tempo pieno ed a tempo parziale di personale della medesima categoria e profilo professionale.

 

La graduatoria potrà inoltre essere utilizzata per assunzioni a tempo determinato in pari categoria e profilo.

 

ASSUNZIONE DEL VINCITORE

 

L’assunzione è in ogni caso subordinata alle disposizioni in materia di reclutamento del personale, finanza locale e patto di stabilità vigenti a tale data, nonché all’effettive disponibilità finanziarie nel rispetto della normativa vigente.

 

All’atto dell’assunzione il candidato utilmente collocato in graduatoria dovrà, sotto la propria responsabilità, dichiarare di non avere altri rapporti di pubblico impiego e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’articolo 53 del D.Lgs. 165/01. In caso contrario dovrà presentare espressamente la dichiarazione di opzione per la nuova amministrazione.

 

Il vincitore sarà soggetto ad un periodo di prova di sei mesi di servizio effettivamente prestato, secondo quanto previsto dal vigente C.C.N.L. – Comparto Regioni ed Autonomie Locali.

 

Il candidato accetta la clausola prevista dall’art. 37 del vigente regolamento di organizzazione, che prevede che il dipendente non possa presentare richieste di mobilità ai sensi dell’art. 30 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. se non ha maturato una permanenza nell’Ente di cinque anni.

 

TUTELA DEI DATI PERSONALI

Ai sensi del D.lgs. 196/2003 e s.m.i, i dati personali forniti saranno raccolti presso il Servizio Risorse Umane del Comune di Peschiera Borromeo, trattati dallo stesso ufficio mediante strumenti manuali ed informatici per le finalità di gestione della procedura di concorso, nonché per le finalità connesse ad obblighi previsti da leggi o regolamenti.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione del concorso.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche in relazione a finalità attinenti la posizione giuridico-economica del candidato.

L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 13 del citato decreto, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

 

Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Comune di Peschiera Borromeo – Settore Risorse Umane Provveditorato e Fundraising, titolare del trattamento.

 

INFORMAZIONI E NORME DI RINVIO

Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 8 della Legge 07.08.1990, n. 241, si informa che il Responsabile del procedimento relativo al concorso in oggetto è la Dott.ssa Patrizia Bellagamba.

 

Per quanto non previsto nel presente bando si rimanda al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro – Comparto Regioni – Autonomie Locali, al C.C.D.I. del personale dipendente del Comune di Peschiera Borromeo (Mi) , al D.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni nonché al vigente Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Peschiera Borromeo.

Il Comune di Peschiera Borromeo si riserva la facoltà di revocare, modificare o prorogare il presente bando.

 

Per eventuali chiarimenti ed altre informazioni circa il presente bando di concorso, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Risorse Umane del Comune di Peschiera Borromeo, Via XXV Aprile n. 1, 20068 – Peschiera Borromeo (MI) – tel. 02/51690.201/234/260- e-mail a: personale@comune.peschieraborromeo.mi.it.

 

Del presente bando viene data pubblicazione nelle seguenti forme:

  • in forma integrale, mediante pubblicazione all’Albo Pretorio on-line e nella sezione “Concorsi” sul sito del

Comune di Peschiera Borromeo www.comune.peschieraborromeo.mi.it;

  • per estratto, mediante inserzione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV Serie speciale – Concorsi ed Esami

ADESSO PER PRESENTARE LA DOMANDA CLICCA QUI

fan-page-facebook-dipendenti-pubblici-impiegati
PAGINA DI FACEBOOK DI DIPENDENTIPUBBLICI.EU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *