Benvenuti nella Piattaforma di Interscambio o Scambio Posto nella P.A. / Pubblico Impiego - Concorsi - Mobilità - Consulenze

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO

Il mondo e la vita del Pubblico Impiego raccontata raccontata con il Blog sui dipendenti pubblici e statali. Guida al pubblico impiego: dedicato a impiegati pubblici, docenti, funzionari. Notizie sulla riforma e rinnovo dei contratti pubblici, TFR e TFS, cedolini , pensioni.

Distacco e Mobilità

Distacco e Mobilità

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Pubblico Impiego Si ha distacco (o comando) allorquando un lavoratore venga adibito a prestare una determinata attività lavorativa presso un'impresa o pubblica amministrazione diversa da quella appartenenza. I requisiti sono: - esistenza di uno specifico interesse del datore di lavoro distaccante che deve sussistere per tutta la durata del distacco; - temporaneità del distacco, anche di apprezzabile durata, purché non incidente con l'intera durata del rapporto di lavoro. Il rapporto di lavoro resta in capo al datore di lavoro distaccante, così come la responsabilità per il trattamento economico e normativo. È da ritenersi legittimo l'accordo in virtù del quale il distaccatario si obbliga a rimborsare al distaccante gli oneri della prestazione. (adsbygoogle =
MERITOCRAZIA NEL PUBBLICO IMPIEGO

MERITOCRAZIA NEL PUBBLICO IMPIEGO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Premi, Incentivi e Merito Tra Dipendenti Pubblici Non possono essere distribuiti in maniera indifferenziata o secondo automatismi gli incentivi e premi collegati alla performance dei dipendenti pubblici, soprattutto in assenza di verifiche e attestazioni sui sistemi di misurazione e valutazione che sono stati adottati. Il decreto legislativo 150/ del 2009 ha introdotto strumenti di valorizzazione del merito e metodi di incentivazione della produttività e della qualità della prestazione lavorativa informandosi ai principi di selettività e concorsualità nelle progressioni di carriera e nel riconoscimento degli incentivi. Il Dipartimento della Funzione Pubblica provvede al monitoraggio delle eventuali deroghe adottate dalle singole pubbliche amministrazioni nel disciplinare il
LE MANSIONI DEL DIPENDENTE PUBBLICO

LE MANSIONI DEL DIPENDENTE PUBBLICO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Mansioni e Progressione di Carriera e Differenze Retributive Partiamo innanzitutto dal presupposto che il prestatore di lavoro – dipendente pubblico – deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o alle mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento ovvero a quelle corrispondenti alla qualifica superiore che abbia successivamente acquisito, attraverso procedure selettive e conformi alle leggi. Pertanto qualora il pubblico impiegato non abbia assunto una qualifica superiore non potrà essere oggetto di pretese di mansioni superiori. Infatti l’esercizio di fatto di mansioni non corrispondenti alla qualifica di appartenenza non ha effetto ai fini dell’inquadramento del lavoratore o dell’assegnazione di incarichi di direzione. Quando i Dipendent
RISCATTO LAUREA ANCHE PER GLI UNDER 45

RISCATTO LAUREA ANCHE PER GLI UNDER 45

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Il Governo Vuole Fare Cassa Anche per gli under 45 è in arrivo il Riscatto della Laurea. Il M5S, come riferito da Il Fatto Quotidiano, ha presentato un emendamento al decreto per estendere il riscatto agevolato anche a chi ha superato i 55 anni. Il costo del riscatto sale con l’aumentare dell’età, secondo quattro fasce: 5.000 euro per ogni anno da riscattare per gli under 45;7.500 euro da 45 a 50 anni;10.000 euro da 50 a 55 anni;12.500 euro per chi ha più di 55 anni. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-4024016205767476", enable_page_level_ads: true }); I soldi per riscattare la Laurea da dove li prendiamo?
Ebook universitari per i disabili, il ministro Bussetti a Leggo: «Troverò presto una soluzione»

Ebook universitari per i disabili, il ministro Bussetti a Leggo: «Troverò presto una soluzione»

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Marco Bussetti, ministro della Pubblica Istruzione: come risponde all’appello di Carlo Guglielmo Vitale? «Innanzitutto ringraziandolo per aver portato all’attenzione di tutti un impedimento reale che, in quanto tale, va abbattuto. Storie come questa devono spingerci a dare risposte immediate. Chi vuole studiare, tanto più se parte da una condizione di difficoltà, va sostenuto. Sempre e da tutti». «Io, disabile, studio solo su libri digitali ma quelli universitari sono troppo pochi». Carlo Guglielmo, 31 anni, lancia una raccolta firme​ Cosa farà allora?«Chiederò agli uffici del Ministero di verificare qual è la soluzione migliore, la più veloce. L’accesso al sapere e all’educazione è un diritto. Un diritto che lo Stato deve tutelare fino in fondo». Un diritto che, per chi ha u
RAPPORTI FRA PROCEDIMENTO PENALE E PROCEDIMENTO DISCIPLINARE NEL PUBBLICO IMPIEGO

RAPPORTI FRA PROCEDIMENTO PENALE E PROCEDIMENTO DISCIPLINARE NEL PUBBLICO IMPIEGO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Sei un dipendente pubblico ed hai un processo penale pendente. L'art. 55-ter T.U. è stato aggiunto dall'art. 69, D.Lgs. 27 ottobre 2009, n. 150 e disciplina i rapporti fra il procedimento disciplinare e quello penale. Il procedimento disciplinare deve avere ad oggetto, in tutto o in parte, fatti in relazione ai quali l'autorità giudiziaria deve procedere, anche in pendenza del procedimento penale. Per le infrazioni di minore gravità, non è ammessa la sospensione del procedimento, mentre per quelle di maggiore gravità, l'ufficio competente, nei casi di particolare complessità dell'accertamento del fatto addebitato al dipendente e quando all'esito dell'istruttoria non dispone di elementi sufficienti a motivare l'irrogazione della sanzione, può sospendere il procedimento disc
COME SI VIENE LICENZIATI NEL PUBBLICO IMPIEGO?

COME SI VIENE LICENZIATI NEL PUBBLICO IMPIEGO?

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Licenziamento disciplinare Ferma restando la disciplina in tema di licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo e salve ulteriori ipotesi previste dal contratto collettivo, si applica comunque la sanzione disciplinare del licenziamento nei seguenti casi: a) falsa attestazione della presenza in servizio, mediante l'alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente, ovvero giustificazione dell'assenza dal servizio mediante una certificazione medica falsa o che attesta falsamente uno stato di malattia; b) assenza priva di valida giustificazione per un numero di giorni, anche non continuativi, superiore a tre nell'arco di un biennio o comunque per più di sette giorni nel corso degli ultimi dieci anni ovvero mancata ripresa del serv
ECCO PERCHE’ IL LAVORO PUBBLICO NON POTRA’ MAI ESSERE COME QUELLO PRIVATO

ECCO PERCHE’ IL LAVORO PUBBLICO NON POTRA’ MAI ESSERE COME QUELLO PRIVATO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Pubblico Impiego e MeritocraziaPrivato Impiego e Meritocrazia Non mi stancherò mai di dirlo: applicare al pubblico impiego, ai dipendenti pubblici la normativa civilistica ovvero quella privata è una grande errore che non sarà mai perdonato dai lavoratori pubblici. Il gruppo Veronesi ha stanziato come premio di produttività ben 8 mila euro ai propri dipendenti - ai quali non potrà mai essere applicata una normativa del lavoro pubblico - e invece viceversa al pubblico dipendente può applicarsi la normativa del privato ma attenzione, mai potrà applicarsi una produttività del genere. Veronesi - gruppo Negroni, tanto di cappello - ha stabilito un piano di welfare denominato "veroneasy life" e prevede rimborso delle spese mediche, spese di formazione dei familiari dipendenti (come m
FABBRICATI RURALI ED IMU

FABBRICATI RURALI ED IMU

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Come Si Applica L'IMU Ai Fabbricati Rurali? Ai fini dell'applicazione dell'IMU sui fabbricati rurali quello fa fede e costituisce il fondamento dell'applicazione del tributo è la risultanza catastale sicché il fabbricato potrà beneficiare delle agevolazioni Imu solo se la ruralità è stata riconosciuta dal Catasto, mediante l'attribuzione della corrispondente categoria catastale (D/10 o A/6) o mediante l'inserimento della specifica annotazione (Dl 70/2011) attestante la sussistenza dei requisiti di ruralità, a nulla rilevando la circostanza che di fatto il fabbricato rispetti comunque i requisiti di ruralità previsti dalla normativa di riferimento (articolo 9, commi 3 e 3-bis del Dl 557/1993). Lo stabilisce la Cassazione, con sentenza n. 2803/2019, in una vicenda in cui il contribue
ANCHE GLI ALLOGGI MILITARI DEVONO PAGARE L’IMU AI COMUNI

ANCHE GLI ALLOGGI MILITARI DEVONO PAGARE L’IMU AI COMUNI

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Imu dovuta sugli alloggi dei militari Si apprende dal Sole 24 Ore che anche gli alloggi o case dei Militari devono pagare l'IMU ai rispettivi Comuni Infatti la Corte di cassazione, con la sentenza n. 3268 depositata ieri, ha confermato l'assoggettamento a Ici/Imu delle abitazioni di proprietà del ministero della Difesa concesse in uso al personale in servizio e alle loro famiglie. Si tratta di una conferma di principi di diritto già enunciati in passato dalla Corte (tra le tante, Cassazione n. 26473/2017) ancorati a una interpretazione letterale e restrittiva della normativa di riferimento, come correttamente si impone per le norme che dispongono esenzioni e agevolazioni ma non in linea rispetto alle indicazioni fornite dal ministero delle Finanze nella circolare n. 14/1993.
ANCHE LO STATO DEVE PAGARE L’IMU AI COMUNI

ANCHE LO STATO DEVE PAGARE L’IMU AI COMUNI

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Lo Stato Non E' Esente Dal Pagamento del Tributo IMU L'agenzia del Demanio, ha natura di ente pubblico economico del ministero dell'Economia, dotato di autonomia e gestionale, e in quanto tale non rientra tra i soggetti di cui hanno diritto all'esenzione da Ici e Imu. Su questa base il Demanio deve pagare sempre gli avvisi di accertamento emessi dal Comune competente. Curiosa la notizia che la sindaca di Roma Virginia Raggi dovrebbe pretendere l'Imu su Palazzo Chigi, per poi andare a bussare alla porta di Tria per avere l'imposta sul "suo" sconfinato palazzo a Via XX Settembre, senza dimenticare di rivolgersi agli altri ministeri, alle agenzie fiscali e agli altri enti ospitati dal Demanio. Ma anche i suoi colleghi lontano dalla Capitale avrebbero di che sbizzarrirsi fra Ragi...
INNOVAZIONI OPERE E SPESE – CONDOMINIO

INNOVAZIONI OPERE E SPESE – CONDOMINIO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Quando Si Parla Di Innovazioni, Opere E Spese Condominiali Sono escluse da tale nozione, quindi, le modificazioni che mirano a potenziare o a rendere più comodo il godimento della cosa comune. Essa è soggetta ad approvazione con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei partecipanti al condominio e i due terzi del valore dell'edificio. La richiesta di tali maggioranze è finalizzata essenzialmente a disciplinare l’approvazione di innovazioni che comportino una spesa da ripartire fra tutti i condomini su base millesimale. Nell'ipotesi in cui l’opera sia stata assunta interamente a proprio carico da un condomino, trova, invece, applicazione la norma generale relativa all'uso della cosa comune secondo cui ciascun partecipante può servirsi della cosa comune — purché non
IL REGOLAMENTO CONDOMINIALE

IL REGOLAMENTO CONDOMINIALE

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Le regole dell'organizzazione e del funzionamento del condominio sono stabilite nel regolamento il quale: a) è obbligatorio se i condomini sono più di dieci; b) è facoltativo, se il numero dei condomini non è superiore a dieci; c) ha origine interna, ossia è formulato da uno o più condomini o dall'amministratore e poi sottoposto al vaglio assembleare, che dovrà all'uopo deliberare con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio; d) contiene obbligatoriamente le regole da rispettare in merito: — all'uso delle parti comuni dell'edificio; — alla ripartizione delle spese; — alla tutela del decoro dello stabile; — all' amministrazione; — al valore proporzionale di ciascun piano o porzione di pian
MOBILITA’ DOCENTI

MOBILITA’ DOCENTI

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Docenti a Nord o a Sud? Il Ministro Bossetti afferma che tra marzo e aprile 2019 si apriranno nuove frontiere per la mobilità dei docenti a scuola. Questa opportunità sarà unica anche per coprire tutti i posti nei passaggi di ruolo. Mobilità: posti disponibili I posti disponibili per il rientro dei docenti assunti saranno di gran lugna superiori del previsto, addirittura si parla di del doppio (dai 4mila stiamo passando al doppio, ossia 8mila). Questo perchè con la quota 100 andranno in pensione più di 20.000 insegnanti. Si ricorda che la mobilità si articola in due tipologie di movimenti: passaggi di ruolo/cattedra trasferimenti. A ciascun movimento è assegnata un precisa percentuale di posti. Per il 2019/20 le percentuali saranno così suddivise:  
COSA E’ L’ ASSEMBLEA CONDOMINIALE

COSA E’ L’ ASSEMBLEA CONDOMINIALE

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Come si delibera durante l'assemblea di condominio All'assemblea dei condomini è affidato il compito di deliberare sulle questioni riguardanti gli interessi dei singoli sulla cosa comune. Al suo interno le maggioranze vengono calcolate sia in base al numero dei condomini sia in base al valore delle loro quote. In particolare l'assemblea: a) provvede: — alla conferma dell'amministratore e alla eventuale sua retribuzione; — all’approvazione del preventivo delle spese occorrenti durante l'anno e alla relativa ripartizione tra i condomini; all'approvazione del rendiconto annuale dell'amministratore e all'impiego del residuo attivo della gestione; — alle opere di manutenzione straordinaria, con facoltà di costituire, all'occorrenza, un fondo speciale;
CHI E’ E COSA FA L’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO?

CHI E’ E COSA FA L’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO?

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
L'amministratore di Condominio L'uso e l'amministrazione delle parti comuni in un condominio sono regolati dai condomini in ottemperanza delle regole dettate dal codice attraverso un amministratore, un'assemblea condominiale e un regolamento di condominio. Nel caso in cui i condomini di un edificio sono più di quattro, l’assemblea nomina un amministratore con specifici compiti. Solitamente si consultano più preventivi che i condomini presentano, naturalmente si sceglie il prezzo più basso. Se invece il numero dei condomini è superiore a dieci allora deve essere redatto un regolamento, con specifici contenuti. L' amministratore: a) può essere sia una persona fisica estranea al condominio, sia condomino; b) dura in carica un anno; c) è rieleggibile; Può essere r
FATTI E DIRITTI DI CONDOMINIO

FATTI E DIRITTI DI CONDOMINIO

IL BLOG DEL PUBBLICO IMPIEGO
Che cosa è il Condominio? Il condominio negli edifici rappresenta un’ipotesi particolare di comunione che ricorre in presenza di edifici in piani o in singoli appartamenti o locali, ciascuno appartenente ad un diverso proprietario. Come è disciplinato il diritto dei condomini? Il diritto dei condomini si scinde in due differenti entità giuridiche: la proprietà esclusiva sui singoli piani, appartamenti o locali che siano; la comproprietà sulle parti di interesse comune. Cosa sono i millesimi? In pratica all’intero edificio viene attribuito un valore simbolico 1.000 (di mille) e ciascun condomino ha tanti millesimi quanti risultano dalla proporzione seguente: 1) valore dell'appartamento: valore dell'edificio = X/1.000, per cui: 2) x = (valore dell'appartamen