Benefits sul lavoro: i viaggi premio

C’era un tempo in cui le aziende fornivano ai propri dipendenti benefit come il computer, la macchina e il telefono. Tali premi venivano concessi in base alla produttività e agli obiettivi raggiunti: essi, inoltre, erano destinati solo ai lavoratori di livello più elevato, o comunque a coloro che erano impiegati nel commerciale e nella rappresentanza. Ebbene, quei tempi oggi sono finiti, perché ora è il momento del welfare aziendale: il che significa che i benefit non sono più una prerogativa esclusiva di una fascia ristretta di lavoratori, ma sono destinati a tutti. Per di più, essi sono stati istituzionalizzati anche a livello normativo.

I flexible benefits

Secondo la Legge di Stabilità 2016, il premio di produzione può essere convertito, a scelta del lavoratore, in flexible benefits. Con questa espressione si fa riferimento a tutti quei benefit che permettono di migliorare la qualità della vita del dipendente, ma anche dei suoi familiari, come dimostra la disponibilità di servizi di baby sitteraggio e di asilo nido. In realtà il ventaglio di opzioni a disposizione è molto ampio, e può includere perfino il ricorso a maggiordomi, ma anche soluzioni più pratiche come quelle relative alla salute, all’istruzione, alla previdenza integrativa e ai trasporti. Molto apprezzati sono, inoltre, i buoni carburante e le offerte viaggi.

I viaggi come benefit

viaggi regalo, in particolare, costituiscono una novità molto recente, visto che sono stati introdotti con la Legge di Stabilità di tre anni fa. In un contesto sociale ed economico nel quale le imprese italiane, come avviene in molti altri Paesi europei, prestano sempre più attenzione alla salute dei lavoratori sia dal punto di vista fisico che sul piano psicologico, non stupisce l’inserimento tra i benefit a disposizione di viaggi e vacanze. I premi aziendali che vengono offerti seguono, infatti, una politica che tiene conto di carichi di lavoro a volte molto pesanti, di ritmi altrettanto frenetici e di situazioni di stress che possono essere logoranti: ecco, quindi, benefit che non si basano unicamente sugli obiettiviche sono stati conseguiti nel corso dell’anno, ma anche sugli sforzi che sono stati compiuti. 

Un viaggio regalo proposto dall’azienda

La scelta di un viaggio regalo è una delle soluzioni proposte per il welfare aziendale: tutto quello che il lavoratore deve fare è individuare una struttura ricettiva in linea con le proprie aspettative e con i propri gusti, per poi richiedere e ottenere un voucher che dovrà essere utilizzato entro i 16 mesi successivi. Come si può notare, dunque, la scadenza è decisamente lunga, e ciò permette a una persona, ed eventualmente al resto della sua famiglia, di organizzarsi come preferisce. La semplicità della procedura fa sì che sia possibile accertare in tempo reale la disponibilità della struttura di riferimento, senza che vi sia la necessità di altre telefonate o di ulteriori messaggi di posta elettronica.

I limiti e le opportunità

Uno degli aspetti più interessanti di questa modalità di welfare aziendale va identificato nel fatto che il dipendente non è obbligato a consumare l’intero budget di cui può usufruire, che dunque può essere conservato o venire destinato anche ad altri benefit. Di certo i viaggi sono decisamente apprezzati perché rappresentano un’occasione di relax e di divertimento a costo zero, che non pesa in alcun modo sul conto corrente.

La fiscalità

Per quel che riguarda gli aspetti fiscali del welfare, è necessario sapere che per i premi di produzione in denaro che vengono versati direttamente sul conto corrente è prevista una tassazione al 10% con cedolare secca ma con una soglia massima di 4mila euro. Per coloro che, invece, decidono di usufruire dei flexible benefits, non c’è alcuna tassazione, che viene azzerata tanto per il dipendente quanto per l’impresa in cui egli lavora. Il vantaggio, come si può intuire, è duplice, perché l’azienda ha a che fare con un costo del lavoro più basso, mentre il lavoratore beneficia di un potere di acquisto più elevato. E, inoltre, si può godere una vacanza in montagna, al mare o in qualsiasi altra location desideri. 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: